Cannes: Palma d’oro per “La vie d’Adele” di Kechiche

Postato il da nella categoria Esteri, In Evidenza.


Premiati anche i registi Escalante e i fratelli Coen

cannes_palma_d_oro“La vie d’Adele” del regista tunisino Abdellatif Kechiche, ha vinto la Palma d’oro di Cannes, il film è incentrato sulla storia d’amore tra due donne. Il premio è stato consegnato anche alle due giovani protagoniste Adele Exarchopoulos e Lea Seydoux.

La 66° edizione del Festival di Cannes si conclude tra entusiasmi e delusioni, con previsioni saltate e una serata di premi a sorpresa. Il titolo di miglior regista è andato al messicano Amat Escalante per Heli. L’attrice franco-argentina Berenice Bejo, protagonista di “Le Passe’ dell’iraniano Asghar Farhadi, si è aggiudicata il premio quale miglior attrice. Il premio di miglior attore è andato invece al veterano della Hollywood anni ’70, il 76enne Bruce Dern, per la sua interpretazione nel “road movie” Nebraska di Alexander Payne.

Il premio Camera d’Oro è stato assegnato a «Ilo ilo» di Anthony Chen. Annunciato il riconoscimento per la migliore sceneggiatura all’autore e regista Jia Zhangke per “A touch of sin”. La Palma d’Oro per il miglior cortometraggio è toccata a «Safè» di Moon Byoung-gon. Grand Prix riconosciuto a Ethan e Joel Coen per «Inside Llewyn Davis», sulla vita di un giovane cantante folk nel mondo della musica.

Delusione invece per l’unico film italiano in concorso “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino che non ha ottenuto alcun riconoscimento. L’unica consolazione per l’Italia arriva da “37/o 4s” di Adriano Valerio che porta a casa la menzione speciale per il miglior cortometraggio.